Autore Topic: Sintesi del SIGNORAGGIO  (Letto 279 volte)

DinoCaliman

  • 4polo
  • Newbie
  • *
  • Post: 4
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Sintesi del SIGNORAGGIO
« il: Ottobre 19, 2017, 10:50:40 am »
Riposto quì :Il SIGNORAGGIO è forsennatamente negato con infinite ed incongruenti varianti dagli asserviti per corruzione, perché l' usura. fonda tutto il suo potere sulla ingente massa monetaria che sottrae ai popoli a cui è stata usurpata la sovranità monetaria.
Il signoraggio esiste e deve essere compreso da tutti, poiché su di esso di fonda la prosperità ed il benessere dei cittadini che vivono in uno Stato sovrano.
Sottrarre agli usurai la rendita da signoraggio di cui si sono subdolamente appropriati, significa impedire l' esercizio del loro potere violento e malvagio con cui s' infiltrano nelle istituzioni corrompendo i politici disonesti, per poi saccheggiare i popoli traditi.
Parlo di banconote per meglio oggettivare e spiegare il signoraggio.
Dalla fase di creazione del denaro dal nulla, possibile grazie all’ usurpazione della sovranità monetaria delle nazioni, fino al costo di produzione di 3 centesimi della banconota da 500 euro, si compie l’ innegabile fatto che, al primo passaggio, cioè al momento della prima consegna, gli usurpatori-stampatori incassano la differenza fra 3 centesimi del costo di produzione e la cifra facciale esposta che è pari a 499, 97 euro + gli interessi.
Non vi è attività nella storia di tutti i tempi che, in termini percentuali, abbia realizzato un simile guadagno e abbia dato analogo potere parassitario illimitato a gruppi monopolizzatori impegnati con tutte le loro forze a difendere il raggiro.
I criminali della finanza, che condizionano la vita della gente tramite questo semplice trucco, hanno il terrore che il popolo li scopra e li condanni anche per tutta la sofferenza che hanno causato e causano all’ umanità che pacificamente lotta da secoli per vivere e progredire.
I criminali della finanza, dopo aver comperato tutte le case editrici che trattavano i sani temi della vera economia sociale, hanno sostituito i testi pubblicando le loro teorie fasullamente complicate e contorte, il cui fine ultimo, guarda caso, è sempre predare le ricchezza degli altri.
Una bella pagina è stata scritta dagli studenti universitari americani che hanno contestato i professori e le loro lezioni accusandoli di insegnare come rapinare i popoli.
Annoto ultimamente che anche in rete vi sono dei giovani e delle vecchie cariatidi senza dignità che si sbracciano nel difendere l’ indifendibile, forse perché già pagati o forse nella speranza che gli usurai si accorgano di loro e facciano cadere qualche banconota nelle loro tasche.- di Francesco Miglino