Autore Topic: Come azzerare la disoccupazione  (Letto 314 volte)

msernesi

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 127
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Come azzerare la disoccupazione
« il: Ottobre 02, 2017, 11:18:50 am »
Da Marco Cristofoli sul gruppo FB

COME AZZERARE LA DISOCCUPAZIONE
(come invece i politici criminali fanno l'esatto contrario)
1) FLAT-TAX Euro che porta le tasse dal 47% al 15% per tutti, o Moneta Pubblica Lira che crea la fiscalità Monetaria e tasse allo 0% - 5 milioni di posti di lavoro in 3 anni, grazie alla forte ripresa economica della domanda interna, salari doppi, prezzi al consumo ridotti ad 1/3.
(Monti ha distrutto la domanda interna, portato le tasse dal 42% al 47%, portato l'iva dal 20 al 22%, portato il rapporto debito PIL dal 120% al 135%, il debito pubblico da 2.000 MLD a 2.250 MLD di Euro, le tasse sul debito da 80 MLD a 92 MLD di Eu anno)
2) Portare l'OBBLIGO SCOLASTICO da 14 a 16/19 anni, Biennio introduttivo al lavoro e/o allo studio obbligatorio più liceo. - 1/2,5 Milioni di giovani sottratti alla disoccupazione
(Il Ministro Fedeli con licenza media inferiore vuole togliere un anno alle scuole medie e un anno alle scuole superiori, così, perche di giovani disoccupati e impreparati non ce ne sono abbastanza - 1 Milione di giovani disoccupati in più)
3) Ripristino del SERVIZIO DI LEVA e Servizio civile, 500mila giovani impegnati un anno nella scuola militare e nella scuola del servizio civile a supporto della protezione civile si durante il servizio che successivamente a supporto volontario.
(tutte le sinistre sono contro questa proposta, anzi vorrebbero dismettere l'esercito, l'arma dei carabinieri e lasciarlo ad un esercito e un servizio di polizia europea la EuroGendorf)
4) Portare le PENSIONI sociali, minime, di invalidità, che non hanno versato contributi o pochissimi, alla Fiscalità Monetaria, pensioni Inps come pensione integrativa e contributiva da sommare a quella di base della fiscalità. Portare l'età pensionabile da 67 a 62 anni - 2 milioni di lavoratori che lasciano il posto libero a 2 milioni di giovani da inserire immediatamente.
(Monti e la Fornero con la sua legge infame e criminale, hanno portato le pensioni ad anni 67, con l'obbiettivo di portarle a 70 anni nel 2020, lasciando decine di migliaia di lavoratori, ai quali avevano promesso il prepensionamento e si sono licenziati, senza lavoro e senza alcun reddito).
5) REDDITO DI DISOCCUPAZIONE, un reddito di 500 Euro mese più eventuali spese (affitto-mutuo), per 12 milioni di persone da subito (75 MLD di euro x 12 milioni) e per 1 milione (5 MLD di Eu anno x 1 milione) dopo 4/5 anni.
(Nonostante gli 870 MLD di tasse che paghiamo ogni anno, 83% medio dei nostri redditi lordi, 450 MLD di sprechi, ruberie, regalie, tangenti, corruzioni, stipendifici, redditi senza lavoro per voto di scambio, 90 MLD di intereesi sul debito pubblico falso ed illecito, nessun sostegno economico da paese civile esiste per i disoccuapati, anzi, l'alta tassazione senza dare servizi e servizi sociale tentuta d'obbligo dall'Europa, serve per evitare la competitività dei nostri prodotti di alta qualità in Italia e nel mondo, creare deflazione, recessione, disoccupazione, precarietà, povertà, disperazione, per spostare denaro dal 99% dei cittadini più poveri al 1% di quelli più ricchi, oltre che, in assenza di servizi, alimentare il Business del volontariato, associazioni, fondazioni, Onlus, Ong, Cooperative, della finta solidarietà a pagamento)

Emiliano Catalucci

  • Newbie
  • *
  • Post: 6
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Re:Come azzerare la disoccupazione
« Risposta #1 il: Ottobre 03, 2017, 08:37:48 pm »
In merito al punto 3.

Il servizio di leva deve essere percepito diversamente da "un anno regalato allo Stato" oppure "una misura di occupazione giovanile per contrastare la disoccupazione" ed è necessario inserirlo in un contesto nazionale adguato ai tempi, parallelo al professionismo.

Ritengo più utile introdurre (come espresso nel mio post Difesa e Sicurezza) un servizio dei "giovani per lo Stato" articolato in 3 varianti, con lo scopo di coinvolgere tutti i cittadini nei settori in cui si possono esprimere nella maniera migliore, per se stessi, per l'Istituzione e per gli altri cittadini.